ENPAonlus
Comunicato Stampa

Filatelia, nel giorno dello storico inserimento dell’ambiente e degli animali in Costituzione, viene emesso il francobollo sui 150 anni dell’Enpa. La Protezione Animali: “Una coincidenza importante, un segnale”.

 

Roma, 19 maggio 2021 – Nel giorno in cui la Commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato all’unanimità il ddl di modifica della Costituzione inserendo la tutela dell’ambiente, degli ecosistemi, della biodiversità e degli animali nella nostra Carta fondamentale, è stato emesso il francobollo che ricorda i 150 anni della fondazione dell’Ente Nazionale Protezione Animali. Una coincidenza importante, un segnale.

Proprio a Palazzo Madama, stamane è stato presentato il francobollo su iniziativa della senatrice Loredana De Petris (Gruppo Misto), che in apertura ha ricordato che l’emissione del francobollo Enpa coincide proprio questa giornata storica: i numerosi tentativi di inserire ambiente e animali in Costituzione erano tutti naufragati. “Per i nostri padri costituenti – ha dichiarato la senatrice De Petris – era infatti impossibile prevedere la centralità che la questione ambientale avrebbe assunto nei ultimi decenni, con la conseguente necessità di assorbire a livello costituzionale ciò che l'evoluzione culturale della società richiedeva a gran voce”. “Oggi presentiamo il francobollo dell’Enpa – ha aggiunto – ma celebriamo anche il 150mo anniversario dell’Enpa: un anniversario da celebrare bene, in questo anno complicato, anche per i nostri amici amici che hanno sofferto anche loro.”

 

CARLA ROCCHI (Presidente Nazionale Enpa)

“Il fatto che oggi sia stata approvata in Commissione al Senato la tutela costituzione è un gran segnale. Enpa è il più antico e grande ente animalista italiano ed è probabilmente una delle più antiche associazioni ancora attive in Italia. Nel tempo la Protezione Animali ha avuto la costanza o la fortuna di reggere attraversando la storia del Paese dall’Unità d’Italia fino a oggi e siamo qui, in questo anno difficile, a ricordarlo. Se non ci fossero stati gli animali, la pandemia sarebbe stata più dura per tutti. C’è stato un boom di adozioni, ma all’inizio del lockdown tutti noi temevamo invece un boom di abbandoni. Significa che l’animale è parte fondante della nostra vita e della nostra socialità. In fase di pandemia, tutti possono diventare veicolo di contagio, ma non gli animali: loro si possono invece abbracciare senza rischi e questo ha reso la vita di tutti più leggera. Con questo francobollo Enpa si consegna al futuro e rappresenta per noi della Protezione Animali un monumento.”

 

ANTONIO PALMA (Presidente dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato)

“Il Poligrafico condivide in maniera intensa i valori dell’Enpa. Il vero monumento è rappresentato dall’esistenza dell’Enpa. Enpa ha una storia ma ha soprattutto un grande futuro. L’animalismo è in fortissima evoluzione: non si tratta più di discutere della protezione “donata” dall’uomo agli animali, si tratta invece di trasformare il rapporto tra viventi umani e viventi non umani in un rapporto paritario di diritti dati e condivisi. Bisogna andare oltre con il riconoscimento della soggettività anche ai viventi non umani. Questa modifica culturale ha bisogno di un soggetto istituzionale promotore ed è per questo che Enpa ha un grande futuro. Il Poligrafico, al di là dei suoi compiti istituzionali, è molto vicino a chiunque porti avanti battaglie civili e anche per questa ragione ha lavorato al progetto del francobollo per i 150 anni dell’Enpa”.

 

MARCO BRAVI (Presidente del Consiglio Nazionale Enpa)

“Questo è un momento importante perché non segna solo la tappa storica dei 150 anni, ma rappresenta il riconoscimento di un impegno costante e quotidiano. L’opera di Enpa è un presidio della legalità tenuto da un secolo e mezzo da volontari, con lo spirito e il sacrificio del volontariato. Il fatto che il bozzettista dello stesso francobollo, Paolo Caciagli, sia un nostro volontario, è un altro segnale. Questi 150 anni non sono un arrivo, ma una partenza per un nuovo vivere sociale nei confronti della natura e degli animali.”

 

FABIO GREGORI (Corporate Affairs Filatelia – Poste Italiane)

“Il francobollo ha assunto nel tempo il ruolo di narratore della storia del Paese e fa sì che le tante cose che sono nel presente abbiano una importanza diversa. Attraverso il francobollo si ha la lettura del Paese, si riesce a raccontare una grande storia come quella dell’Enpa”.

 

IL FRANCOBOLLO DEDICATO ALL’ENPA

Emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, il francobollo appartiene alla serie tematica “il Senso civico” ed è relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro. La tiratura è di 300.000 esemplari, il foglio da quarantacinque esemplari. Stampato dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Il bozzettista è Paolo Caciagli. La vignetta raffigura alcuni animali al fianco di Giuseppe Garibaldi, che ha contribuito nell'aprile del 1871 a fondare a Torino la prima associazione per la protezione degli animali in Italia che successivamente è diventata l'Enpa. In alto, a sinistra, è riprodotto il logo Enpa. Completano il francobollo la legenda “DAL 1871” la scritta “ITALIA” e l'indicazione tariffaria “B”. L'annullo primo giorno di emissione è disponibile presso lo sportello filatelico dell'ufficio postale di Roma V.R.

Il francobollo e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli 'Spazio Filatelia' di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. Per l'occasione è stata realizzata anche una cartella filatelica in formato A4 a tre ante, contenente il foglietto, le tessera filatelica, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione, al prezzo di 15 euro. 


ENPA - ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI Ente morale, onlus
Sede centrale: Via Attilio Regolo, 27 - 00192 Roma
Ufficio Stampa Michele Gualano, Laura Muzzi

E.N.P.A. Sez. Verona (Partita I.V.A. 02125341004)  -  Codice Fiscale 5X1000: 80 116 050 586

Codice IBAN: IT14 E030 6911 7141 0000 0009 243 Istituto bancario "INTESA SAN PAOLO S.P.A."

- Piazza Madonna di Campagna, 18   37132 San Michele Extra (VR) - Intestazione: "ENPA Verona"