ENPAonlus
Comunicato Stampa

Veneto, Tar sospende la caccia alla Pavoncella. Enpa: “Viva soddisfazione! I ricorsi delle associazioni surrogano il silenzio inaccettabile delle istituzioni centrali”.

 

Roma, 30 agosto 2021 - Il Tar del Veneto, in monocratico, ha sospeso la caccia alla Pavoncella nel calendario venatorio. La decisione del Tribunale Amministrativo vuole andare nella direzione della necessità di garantire una piena protezione delle specie minacciate, che non andrebbero mai cacciate e tantomeno in assenza di piani di gestione nazionali operativi ed efficaci.

E’ il caso della pavoncella, specie classificata come Spec 1, cioè minacciata a livello globale, che la regione Veneto aveva comunque inserito nel calendario venatorio nonostante la dura pronuncia della giustizia amministrativa dello scorso anno e, appunto, nonostante il loro grave stato di salute. La disposizione era stata impugnata da Enpa, Lipu, Wwf e Lav rappresentate dall’avvocato Valentina Stefutti.


Esprimiamo viva soddisfazione per questa decisione del Tribunale Amministrativo del Veneto – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – Ormai la difesa degli animali sembra essere affidata alle associazioni e ai loro tenaci ricorsi che surrogano il silenzio inaccettabile dello Stato. Eppure la fauna selvatica è bene indisponibile dello Stato. Siamo felici di questo successo perché consapevoli di rappresentare la quasi totalità degli italiani”.

ENPA - ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI Ente morale, onlus
Sede centrale: Via Attilio Regolo, 27 - 00192 Roma
Ufficio Stampa Michele Gualano, Laura Muzzi