News

Notizie dall'Italia, dal mondo e dalle nostre strutture con protagonisti gli animali.

25 dicembre 2021

Aiutiamo Babbo Natale!

Wishlist Amazon

AIUTACI A FARE LA DIFFERENZA CON DEI REGALI SPECIALI!!!
In tanti ci state contattando desiderosi di portare qualche regalo speciale ai nostri pelosissimi ospiti! Nella nostra #AmazonList (👉🏻 https://amzn.eu/0eRBcWD ) trovate ciò di cui, al momento, più necessitano i nostri gatti e cani… e se invece siete tipi 𝑂𝑙𝑑 𝑠𝑡𝑦𝑙𝑒 e preferite fare i vostri acquisti nei negozi, potete comunque utilizzarla come spunto!!
Grazie di cuore perché la vostra generosità la fate sentire ogni giorno!

25 dicembre 2021

SU LE ZAMPE!

Un perfetto regalo di Natale

È arrivato un nuovo libro! Le illustrazioni di Claudia Piras (che ha già dato anima a "Peppo il gatto di Aleppo") ci accompagnano nel bosco dove mamma orsa vive con i suoi cuccioli. Ma la vita nelle terre degli umani non è facile. Un libro che ha bisogno della tua voce, di quella del tuo bambino, dei nonni. Un libro che chiede di essere "vissuto". Lo trovate in rifugio o ai nostri eventi.

24 dicembre 2021

Legge di Bilancio

Per gli animali tante novità positive e importanti

Una buona legge di Bilancio per gli animali, a cominciare dalla dismissione degli allevamenti degli animali da pelliccia, storica decisione grazie ad un emendamento a prima firma della senatrice Loredana de Petris (Leu), decisione fortemente rispondente alla cultura del nostro Paese, che da tempo rifiuta la crudele detenzione e l'uccisione di visoni, volpi, procioni, cincillà, per motivi voluttuari.
Una decisione che ci allinea ad altri Paesi europei e attesa da molto tempo. Ma questa sessione di bilancio in Parlamento ha registrato anche l'attenzione alla tutela e alla cura degli animali di affezione, a cominciare dal rifinanziamento della legge sul randagismo, n. 281 del 1991, prevedendo inoltre l'istituzione di un notevole stanziamento per i canili dei Comuni in stato di dissesto: azioni che contribuiscono ad implementare la normativa nazionale: la legge quadro ha da poco compiuto i 30 anni e presenta uno stato di applicazione del tutto insoddisfacente nelle regioni del meridione. Soprattutto qui - spesso nell'assenza delle istituzioni - l'ENPA è fortemente impegnato.
Desideriamo sottolineare il rifinanziamento dei CRAS, Centri di Recupero degli Animali Selvatici gestiti dalle associazioni, che rappresentano l'applicazione della legge nazionale di tutela della fauna e regolamentazione della caccia n. 157 del 1992, surrogando quello che dovrebbe essere il compito svolto dalle regioni, vale a dire il soccorso e l'assistenza ai selvatici feriti o in difficoltà. Ancora: la misura a favore del vaccino contraccettivo Gonacon, che può assicurare una infertilità per quasi cinque anni ai cinghiali: un modo incruento di controllare le nascite cominciando ad abbandonare la filosofia delle fucilate. Un segnale positivo del Parlamento e del Governo nei confronti della fauna, ancora però vittima di vecchie logiche filo venatorie: come quelle che attualmente, presso la XIII Commissione Agricoltura della Camera, vedono il tentativo di introdurre una vera deregulation venatoria, che smantella la normativa nazionale in nome della "semplificazione" in materia di agricoltura.

21 dicembre 2021

Stop animali da pelliccia

Dal 2022 stop ad allevamento e uccisione di animali da pelliccia

Accogliamo con soddisfazione la notizia della stretta contro la produzione delle pellicce naturali. La Commissione Bilancio del Senato ha approvato infatti un emendamento alla legge di bilancio che vieta l'allevamento, la riproduzione in cattività, la cattura e l'uccisione di visoni, volpi, cani procione, cincillà e animali di qualsiasi specie per ricavarne pelliccia. ”Si tratta di un’iniziativa di civiltà- afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa - fondamentale per il nostro Paese anche nel contesto europeo. Allevare in cattività animali al solo fine di ucciderli per vanità è inaccettabile per un paese che si definisce civile, senza poi dimenticare la difficile situazione sanitaria che rende questa pratica crudele e insensata anche uno strumento pericoloso di diffusione dei virus”.
Nessun nuovo allevamento potrà quindi essere avviato a partire dal nuovo anno, mentre per chi ha già allevamenti di animali da pelliccia la manovra del Governo prevede che gli animali già presenti possano essere mantenuti fino al 30 giugno 2022. Una decisione che ha una portata epocale in tutta Italia.

20 dicembre 2021

Animali domestici per Natale?

VADEMECUM ENPA DEL BUON ADOTTANTE

Animali domestici per Natale? Enpa: “Non sono regali, adottare si ma consapevolmente”.
A pochi giorni dal Natale torna più che mai incessante la necessità di ricordare che gli animali non sono e non devono essere regali, ma sono a tutti gli effetti veri e propri componenti della famiglia. Per cui bene allargarla, adottando uno dei tanti quattro zampe che si trovano nei rifugi in questo momento ma fondamentale farlo con consapevolezza, ricordandosi che un animale è per sempre. Secondo l’Eurispes quasi a un proprietario su quattro (il 20,7%) il proprio animale domestico è stato regalato. Per invitare ad adottare responsabilmente l’Enpa, con il sostegno dei Carabinieri Forestali, ha realizzato un piccolo spot video che ripercorre alcuni tipici errori di approccio dei futuri adottanti e un decalogo per il buon adottante.
“Il dono di un animale – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa - è l’unico regalo che non va fatto a sorpresa. Bisogna essere sicuri che la casa in cui entrerà sarà la sua casa per sempre. Bisogna essere sicuri che la famiglia che lo accoglierà sarà la sua famiglia per sempre. Non serve proprio che un regalo fatto con leggerezza a Natale vada ad accrescere il numero già troppo alto degli abbandoni che puntualmente si verificano. Il vostro piccolo amico di una vita vi aspetta in uno dei tanti rifugi Enpa in tutta Italia. A Natale, soprattutto a Natale adottate e non comprate”.

VADEMECUM ENPA DEL BUON ADOTTANTE
1. IL CANE E' UN ESSERE SENZIENTE: ha dei sentimenti. Il primo dei quali è l'attaccamento al gruppo sociale familiare. Dovremo fornirgli un gruppo stabile e assumerci la responsabilità di non sradicarlo mai dal suo gruppo famigliare. E’ indispensabile farci conoscere ed essere il suo punto di riferimento quando si apre la nuova porta di casa.
2. METICCIO O DI RAZZA? Non fa nessuna differenza, la scelta è assolutamente personale, basata su stili educativi e caratteristiche di personalità di razza o mix di razza. Tutti i cani, sono cani!
3. A CHI RIVOLGERSI? Una figura professionale (medico veterinario, educatore) o ad un’associazione animalista. È fondamentale descrivere la personalità della propria famiglia per ricevere un consiglio corretto.
4. CUCCIOLO O ADULTO? Un anziano [8-20 aa] è un “cucciolo” con l’esperienza e il bagaglio di una vita vissuta; un adulto [2-8 aa] ha una personalità ben sviluppata, piena di colori, con la voglia di conoscere e condividere, con sicurezze già acquisite ed un vissuto alle spalle; un cane tra gli 8 mesi e i 2 anni è un cucciolone alla scoperta di sé stesso, desideroso di fare esperienza. I cuccioli tra i 2 e gli 8 mesi hanno bisogno di riferimenti e di gruppi sociali in cui crescere, tenendo conto che lo fanno nel rispetto della loro personalità e in base alle loro attitudini.
5. MICROCHIP. SVERMINAZIONI E VACCINAZIONI. Prima dell’adozione il pet deve esser microcchipato, effettuato tutte le profilassi vaccinali e di prevenzione.
6. CORSO DI PRE-ADOZIONE. Consigliamo di seguire un iter insieme ad educatori cinofili.
7. SOCIALIZZAZIONE. Quando si adotta un cane è importante fargli vivere in modo equilibrato e progressivo il mondo che lo circonda. Un cane correttamente socializzato è fiducioso verso il mondo stesso.
8. DERESPONSABILIZZAZIONE. I cani non desiderano essere caricati di responsabilità, benché la loro coscienza di specie indichi che nel branco ci debba sempre essere una figura che si faccia carico della conduzione. La responsabilità è nostra, non del cane!
9. EDUCAZIONE. Un cane e famiglia coinquilina correttamente educata permette una convivenza appagante per tutti i membri. L'educazione del cane è un impegno che non può venire meno e che non può, in alcun modo, essere delegato ad altri. Educare vuol dire dare regole, essere coerenti, saper usare il “Si” per rinforzare i comportamenti graditi. Non bisogna confondere l'amore con il bisogno di soddisfare i propri bisogni personali attraverso di lui.
10. DIFFIDARE DAI FALSI MITI. Non esser capo branco, non mangiare prima di lui, non mettere le mani nella sua ciotola.

16 dicembre 2021

“In vacanza con gli animali”

Molte strutture non accettano o pongono limitazioni

Nonostante il periodo complesso e le numerose limitazioni causate dalla pandemia, sono tanti gli italiani che in questi giorni si stanno organizzando per passare qualche giorno di vacanza nel periodo di Natale e molti lo faranno insieme ai propri animali. Secondo l’indagine effettuata dall’’Ente Nazionale Protezione Animali tra fine agosto e metà settembre 2021, la scorsa estate il 78,5% dei proprietari di animali italiani ha deciso di portare il proprio amico a quattro zampe con sé mentre il 21,5% ha preferito lasciarlo a casa. Perché? Se il 43,2% non ha voluto sottoporre allo stress del viaggio il proprio animale, ben il 21,9% ha avuto problemi con strutture che non accettavano pet o ponevano molte limitazioni. L’Ente Nazionale Protezione Animali lancia quindi un appello agli operatori del settore turistico e ai sindaci affinché tengano in maggiore considerazione le esigenze delle famiglie in vacanza con animali al seguito.
“Sono tantissime – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – le segnalazioni che ci arrivano da persone che si trovano in difficoltà durante le vacanze e non sanno come fare. A volte, ad esempio, le strutture che accettano magari gli animali in camera non permettono loro di usufruire degli spazi comuni. In altri casi, a fronte di strutture molto accoglienti, si trovano invece politiche dei comuni molto restrittive. Quest’estate siamo intervenuti più volte, trovando anche accordi con i sindaci, per risolvere situazioni paradossali: vai in vacanza con il tuo cane, spendi 137 euro in più per portarlo e poi non puoi fare neanche una passeggiata sul lungo mare insieme a lui. L’indagine che abbiamo fatto nasce proprio dall’esigenza di capire come è andata durante le scorse vacanze per capire come migliorare la vita dei proprietari di animali in vacanza”.
L’indagine Enpa “In Vacanza con gli animali”
Effettuata per adesione volontaria, pubblicizzata sui canali web e social dell’Ente Nazionale Protezione Animali (sito istituzionale, Facebook, Twitter, Instagram) nonché sulla newsletter settimanale inviata ai soci Enpa. Sono stati compilati tra la fine di agosto e la metà di settembre 2021, complessivamente, 1.062 questionari completi. E’ evidente che ti tratta di una platea di persone sensibili ai diritti degli animali. Prevalgono le donne (84,3% del campione) e la fasce d’eta 31-40 anni (27,1%) e 41-50 anni (30,2%).
Gli animali al seguito
Il 78,5% dei proprietari di animali ha portato i propri amici a quattro zampe in vacanza mentre il 21,5% ha preferito lasciarli a casa. Perché? Se il 43,2% non ha voluto sottoporre gli animali allo stress del viaggio, ben il 21,9% ha avuto problemi con strutture che non accettavano pet o ponevano molte limitazioni. Il 13,6% lo ha deciso perché l’animale non era in condizioni di viaggiare, l’8,8% perché non voleva limitazioni durante le vacanze, il 12,5% per altri motivi.
Con chi sono rimasti gli animali che non andati in vacanza con la propria famiglia? Il 16,7% ha lasciato i propri pet ad amici, il 14% con un pet sitter, il 9,3% in pensione ma la maggior parte, ha scelto i parenti (59,5%).
Le strutture ricettive
Le mete più scelte la scorsa estate con i gli animali al seguito sono state: Puglia, Veneto, Trentino e Toscana. Le famiglie con animali a seguito hanno scelto: il 20% B&B o appartamenti, il 17,% alberghi, il 17,1 % la propria casa di famiglia, l’8,4% il campeggio, il 6,5% l’agriturismo, il 6% il residence, il 6,8% il villaggio turistico mentre il 18,1 non ha risposto.
Come era facilmente prevedibile, la presenza di un animale in famiglia condiziona le scelte, quindi orienta la spesa in una precisa direzione: il detentore di pet preferisce premiare le strutture che accettano animali e quelle che offrono anche servizi specifici, finanche a fronte del pagamento di ulteriori spese.
I mezzi di trasporto
Sul mezzo di trasporto la macchina è al primo posto delle preferenze dei proprietari di animali. A sceglierla è il 71,2% anche qui non solo per comodità ma anche per le tante limitazioni e i costi che si devono affrontare quando ci sono gli animali. Segue la nave (6%), il treno (5,5%), il camper (5%), la bici (1%) e l’aereo (0,8%). Il 53,3% ha affermato che la scelta del mezzo di trasporto è stata condizionata dalla presenza dei propri animali.
I costi
Il 32% dei proprietari di animali intervistati ha affermato di avere speso di più per portarli in vacanza, circa 137 euro in più. Come? Il 41% per il costo del soggiorno, il 37% per le spese di pulizia extra, il 15% per i mezzi di trasporto scelti e il 7% per le spese di disinfestazione.

16 dicembre 2021

Stop abbattimento pulcini maschi 'Gallus'

Italia recepisce direttiva europea

A partire dal 2027 in Italia non sarà più possibile l'abbattimento selettivo dei pulcini di linea maschile delle galline della specie 'Gallus gallus domesticus' in allevamento". Lo prevede un emendamento della commissione alla Legge di delegazione europea approvato dall'Aula della Camera. L'emendamento è riferito al recepimento in Italia di una direttiva europea. In base ad esso l'Italia dovrà "favorire strumenti per il sessaggio degli embrioni 'in ovo' per identificare il sesso del pulcino prima della schiusa, così da eliminare le uova che contengano pulcini maschi"
(fonte Ansa)

10 dicembre 2021

I cani comprendono fino a 215 parole

Lo studio della Dalhousie University in Canada

I cani capiscono in media 85 parole e frasi. E’ quanto emerge dallo studio effettuato dalla Dalhousie University in Canada e pubblicato sulla rivista Applied Animal Behaviour Science. I ricercatori in Canada hanno intervistato 165 proprietari di cani di varie razze sulle diverse parole e frasi che i loro animali domestici comprendono. In media, i proprietari hanno riferito che il loro cane poteva rispondere circa a 89 parole: con un range da 15 parole a 215 per il più intelligente.
Gli autori hanno scoperto che i comandi costituiscono la maggior parte delle parole a cui i cani avrebbero risposto, inclusi classici come "seduto", "rotola" e "sdraiarsi". È stato riportato che quasi tutti i cani reagiscono al proprio nome e la maggior parte risponde a comandi come "siediti", "vieni", "giù", "rimani", "aspetta", "no", "ok" e "lascia".
Guardando alla razza, i cani da pastore e quelli da compagnia sono quelli che rispondono a più parole e frasi.I primi includono Australian Shepherd, Border Collie, Welsh corgi cardigan, pastore americano nano e cane da pastore scozzese Shetland.Quelli da compagnia Bichon Frise, Cavalier King Charles Spaniel, Chihuahua e diversi tipi di barboncino.
Leggi l’articolo su Daily Mail UK: https://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-10283565/Dogs-understand-89-WORDS-average-study-reveals.html

06 dicembre 2021

Trasporto animali vivi

Il Parlamento europeo chiede più rispetto per il loro benessere

Ridurre i tempi di Trasporto, migliorare le condizioni sanitarie e incrementare la sorveglianza sulle violazioni delle norme Ue sul Trasporto degli animali: queste le richieste della commissione d'inchiesta del Parlamento sulla protezione degli animali. Dopo 18 mesi di lavoro, il 2 dicembre la Commissione d’inchiesta europea sul trasporto di animali vivi (Anit) ha finalmente presentato le sue raccomandazioni sulla protezione degli animali durante il trasporto. Queste raccomandazioni, che saranno sottoposte alla votazione del Parlamento di Strasburgo il prossimo gennaio, riconoscono in primo luogo la scarsa attuazione del regolamento europeo sui trasporti (Ce n. 1/2005).
Le raccomandazioni contengono inoltre la richiesta di telecamere a circuito chiuso sui mezzi di Trasporto, in particolare per le operazioni di carico e scarico, ed il permesso di procedere ai trasferimenti solo entro determinati limiti di tempo e solo se la temperatura prevista è compresa tra 5 C e 30 C. Gli eurodeputati chiedono infine alla Commissione una transizione verso un sistema piu' efficiente ed etico, che prediliga il Trasporto di carcasse rispetto agli animali vivi, e di presentare entro il 2023 un piano d'azione per sostenere questo cambiamento congiuntamente ad un fondo specifico per ridurre al minimo gli impatti socio-economici dei cambiamenti che devono essere apportati.
Particolare riferimento è stato inoltre fatto dall’Anit ai casi di viaggi con destinazioni extra Ue, che non sono attualmente soggetti a un vero sistema di controllo. I deputati della Commissione Anit chiedono fortemente che gli stati membri ispezionino le spedizioni con destinazione esterna ai confini dell’Unione europea, riservando un’attenzione particolare a che gli animali abbiano sufficiente spazio e un adeguato accesso all’acqua e al cibo. Sono infatti numerose le violazioni riscontrate da Enpa, in collaborazione con altre organizzazioni, in particolare su questo tipo di viaggi.
A partire dal 2020, Enpa, Animal Welfare Foundation ed Animal Equality, in collaborazione con altre Ong, hanno infatti rilasciato una serie di video e denunce sul trasporto di animali vivi via mare dalla Spagna verso paesi extra-Ue, riscontrando sistematiche violazioni del regolamento da parte delle autorità spagnole. Alla luce di questi eventi, Animal Equality ed Enpa hanno chiesto con la denuncia congiunta alla Commissione europea di avviare una procedura d’infrazione contro lo Stato spagnolo e altri Stati membri dell’Unione per violazione del regolamento sul benessere degli animali trasportati vivi.

01 dicembre 2021

CANI ADOTTATI - Novembre 2021

Dolcissimo Pippo, Maddy, Stella, Milu`, piccolo Benjamin, mamma Phoebe, piccolo Junior, Gilda, timida Tundra, Amedeo, Girella, bellissima Sally. Auguriamo ai nostri amici e alle loro nuove famiglie una lunga vita di complicità e affetto!

01 dicembre 2021

GATTI ADOTTATI - Novembre 2021

Dolce Mino, Micio, gattone Mike, Pelosina, Trilly, Mafalda, Brontolo, Giulia, Frida, Tommy, cuccioli Demetra - Lea - Golia.
Auguriamo ai nostri amici e alle loro nuove famiglie una lunga vita di complicità e affetto!

20 novembre 2021

GATTI ADOTTATI - Ottobre 2021

Gattone Ringo FIV, Katia, dolce Calypso, cuccioli Tommy - Caroline - Minerva - Allison e Billy.
Auguriamo ai nostri amici e alle loro nuove famiglie una lunga vita di complicità e affetto!

18 novembre 2021

Francia approva legge animali

Enpa: "L’Italia un passo indietro"

Francia approva legge animali, Enpa: “L’Italia un passo indietro. Ci rivolgiamo al ministro Franceschini perché finalmente abolisca gli spettacoli circensi con gli animali”
Il divieto graduale di tenere animali selvatici nei circhi e negli acquari, la fine della vendita di cuccioli di gatti e cani nei negozi di animali e pene più dure per torture e abbandoni. Queste le conquiste messe a segno dai vicini francesi grazie alla proposta di legge contro i maltrattamenti animali adottata in via definitiva dal Parlamento francese oggi. “L’Italia – ha affermato Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – che quest'anno ha collezionato successi e primati in tutti gli ambiti, rimane tristemente indietro nell'utilizzo degli animali negli spettacoli. Ci rivolgiamo al ministro Franceschini: basta spettacoli sulla pelle degli animali è ora di mettere un punto subito, segua l'esempio della Francia”.
“Purtroppo – continua Carla Rocchi - sappiamo che la vendita dei cuccioli alimenta il traffico illecito degli animali. L'attività della magistratura e delle nostre forze di polizia stanno dando un contributo decisivo alla lotta contro il commercio illegale di animali. Ma in attesa che anche la politica faccia un passo avanti, un contributo altrettanto importante lo possono dare tutte le persone che vogliono avere il privilegio di vivere insieme con un animale. A loro – prosegue Rocchi – chiedo di puntare sulle adozioni. Non solo per motivi etici, ci sono tantissimi cani e gatti in attesa di una famiglia, ma per togliere linfa vitale ai trafficanti di animali. Infatti, ciò che spinge costoro a violare la legge, e spesso a causare la morte di tante povere creature, è la prospettiva di facili e lucrosi guadagni”.

17 novembre 2021

Snoopy volerà sulla Luna

Snoopy volerà sulla Luna con la missione Artemis I della Nasa

Per più di 50 anni, Snoopy ha contribuito all'entusiasmo per le missioni di volo spaziale umano della NASA, aiutando a ispirare le generazioni a sognare in grande. La NASA ha condiviso una collaborazione con Charles M. Schulz e Snoopy sin dalle missioni Apollo ed ora continuerà sotto Artemis con nuove attività educative. Il primo evento che lo vedrà protagonista: Snoopy volerà come indicatore di gravità zero su Artemis I.
Artemis I è un test di volo senza equipaggio del razzo Space Launch System (SLS) e della navicella spaziale Orion intorno alla Luna, lanciati all'inizio del 2022 prima delle missioni con gli astronauti. Gli indicatori a gravità zero sono piccoli oggetti trasportati a bordo di veicoli spaziali che forniscono un indicatore visivo quando un veicolo spaziale ha raggiunto quella che viene definita comunemente chiamata 'assenza di gravità', ma che in effetti sarebbe una condizione di microgravità. Senza astronauti a bordo di Orion, Snoopy aiuterà a condividere il viaggio con il mondo mentre viaggerà in cabina assieme ad un manichino e altri due particolari "passeggeri".
Già noto personaggio popolare, Snoopy è stato utilizzato per incoraggiare l'iniziativa di sicurezza dei voli spaziali della NASA durante il periodo di Apollo. Schulz ha creato fumetti di Snoopy sulla Luna, catturando l'entusiasmo del pubblico per i successi dell'America nello spazio. Nel maggio 1969, gli astronauti dell'Apollo 10 Gene Cernan, John Young e Thomas Stafford viaggiarono fino alla Luna per un ultimo controllo prima del tentativo di sbarco sul suolo selenico.
La missione richiedeva che il modulo lunare sfiorasse la superficie lunare entro 15.000 metri e "curiosasse intorno" esplorando il sito di atterraggio dell'Apollo 11, portando l'equipaggio a chiamare il modulo lunare "Snoopy". Il modulo di comando dell'Apollo era stato etichettato come "Charlie Brown", in onore del fedele proprietario di Snoopy. Il primo volo di Snoopy nello spazio è stato nel 1990, quando è stato in grado di prendere un passaggio sulla navetta spaziale Columbia durante la missione STS-32. Invece il premio Silver Snoopy dell'agenzia è stato creato durante l'era Apollo ed è rimasto fino ad oggi. È un grande onore assegnato dagli astronauti ai dipendenti e agli appaltatori della NASA, che celebra i risultati relativi al successo della missione e alla sicurezza del volo umano. Ogni spilla d'argento assegnata con questo premio, raffigurante l'astronauta Snoopy, è stata trasportata nello spazio. Continuando la tradizione, Artemis porterà anche un pacchetto di spille Snoopy in argento per futuri riconoscimenti.
Oggi la collaborazione continua. Per il volo di Snoopy nella missione Artemis I, sarà equipaggiato con una tuta arancione personalizzata completa di guanti, stivali e una toppa della NASA. Peanuts sta rilasciando una nuova suite di curriculum e brevi video con il suo partner, GoNoodle, per incoraggiare i bambini a conoscere la gravità, il lavoro di squadra e l'esplorazione dello spazio mentre seguiranno Snoopy nel suo viaggio in Artemis I. Oltre al pelouche e alle spille Sliver Snoopy, un pennino dello studio Peanuts di Charles M. Schulz farà il viaggio su Artemide I avvolto in un fumetto a tema spaziale come parte di una collezione di ricordi selezionati dalla NASA per volare a bordo della navicella spaziale Orion . Su Apple TV+ uscirà anche una nuova stagione di “Snoopy nello spazio” che esplora i pianeti e le condizioni necessarie per trovare la vita nell'universo. La NASA ha supportato Peanuts con la serie attraverso revisioni di contenuti STEM e informazioni sulla missione della NASA.

Snoopy as a zero gravity indicator
Credits: 2021 Peanuts Worldwide LLC
Fonti: https://www.nasa.gov/feature/snoopy-to-fly-on-nasas-artemis-i-moon-mission

16 novembre 2021

L’indagine dell’Ipsos

Il 70% degli europei vuole il Commissario per il benessere degli animali

7 cittadini europei su 10 pensano che dovrebbe esserci un Commissario europeo per il benessere degli animali, ovvero una figura specifica che contribuisca a garantire l’adozione di misure adeguate a riguardo ogni qualvolta gli animali vengono interessati dalla normativa UE. Ad affermarlo è l’Ipsos che nel giugno 2021 ha condotto uno studio su 3500 europei tra i 18 e i 65 anni nei dieci aggiori Paesi dell'UE, coprendo l'81% della popolazione europea: Francia, Germania, Polonia, Spagna, Italia, Belgio, Paesi Bassi, Romania, Ungheria e Svezia.
Attualmente non esiste un Commissario europeo per il benessere degli animali e la responsabilità di questo ambito è attribuita al Commissario per la salute e la sicurezza alimentare. Tuttavia, alcuni paesi, come il Belgio, hanno nominato un ministro esplicitamente incaricato di questo settore.
"I membri del Parlamento europeo hanno spesso ben rappresentato la volontà dei cittadini dell'UE di migliorare il modo in cui gli animali vengono trattati in Europa", ha affermato l'eurodeputato Niels Fuglsang. "La mia speranza, così come quella degli altri deputati che stanno co-promuovendo questa interrogazione, è che molti colleghi si uniranno a noi e che la Commissione europea risponderà positivamente alla nostra proposta per vedere quanto prima il titolo della signora Kyriakides cambiato in Commissario UE per "Salute, sicurezza alimentare e benessere degli animali". Ci auguriamo che il Commissario Kyriakides decida di sostenere #EUforAnimals e diventare il primo Commissario UE per il benessere degli animali”.
Nel marzo 2021, GAIA, membro dell'Eurogroup for Animals, ha lanciato la campagna #EUforAnimals con il sostegno di oltre quaranta altre organizzazioni per i diritti e il benessere degli animali in tutta Europa, compreso L’Ente Nazionale Protezione Animali, chiedendo alle istituzioni europee di dare finalmente al benessere degli animali l'attenzione che merita integrandolo esplicitamente nel titolo di lavoro del Commissario UE competente. La campagna #EUforAnimals ha già ricevuto il sostegno di oltre 130.000 cittadini e 133 membri del Parlamento europeo.Dodici eurodeputati hanno inoltre lanciato la raccolta firme per presentare un'interrogazione orale a sostegno della richiesta.

10 novembre 201

Zoomark 2021

Carla Rocchi: “Diventeremo migliori?”

“Diventeremo migliori”. Inizia così il suo intervento la Presidente Enpa nazionale collegata a distanza durante la conferenza a Bologna di Zoomark International. Nel suo messaggio Carla Rocchi ha posto l’accento sul ruolo fondamentale che gli animali hanno avuto nelle nostre vite durante il difficile periodo caratterizzato dall’emergenza sanitaria della diffusione del Covid 19. Ecco il testo integrale:
“Diventeremo miglior. A questa possibilità ci siamo affidati - o aggrappati - nel corso della recente pandemia, con la speranza che nasce nei momenti più drammatici della esperienza umana. Lo abbiamo fatto per potere avere una prospettiva, una speranza di futuro. Lo abbiamo fatto contando sulla proiezione in avanti, verso un obiettivo che prima della pandemia era la normalità di tutti noi e che tutti noi abbiamo sperato e speriamo di potere ritrovare appieno.
Non sappiamo ancora quale umanità uscirà da questa esperienza. Quanto sarà diversa. E in cosa. Sappiamo però, o dovremmo sapere, verso chi abbiamo contratto un grandissimo debito di riconoscenza. Non solo medici, non solo infermieri, non solo volontari. Certamente verso di loro - ma non solamente. Chi ci ha aiutato in una maniera il cui valore non abbiamo ancora introiettato abbastanza sono gli animali. Tutti loro. Ciascuno di loro.
Vivere con gli animali in tempo di pandemia ha significato molto di più che avere la pur preziosa possibilità della passeggiata con il cane. Ha significato dividere lunghe giornate diventate all’improvviso poverissime di relazioni con creature che di tutto questo erano inconsapevoli. Ha significato poter fissare gli occhi di creature non angosciate perché fortunatamente ignare della tragedia in cui tutti ci siamo trovati immersi. Ha significato poter avere un contatto di vicinanza con creature viventi senza il panico di contagiare o contagiarsi. Ha significato poter mantenere il valore relazionale della fisicità in tutta la sua accezione positiva solamente con queste creature quando proprio dai contatti fisici con le persone veniva la minaccia assoluta per la nostra salute, per la nostra vita. Ha significato poter conservare memoria e prassi di gesti che, se rivolti alle persone - anche le più care - potevano costituire una minaccia fatale per la salute, per la vita.
Apprezzeremo negli anni il valore immenso di aver potuto continuare a scambiare un contatto, un abbraccio, con altri esseri viventi non pericolosi per la salute, per la vita. Gli animali infatti, e solo loro, non hanno mai rappresentato un rischio per noi ma solo un grande inestimabile conforto. E soprattutto: con gli animali abbiamo potuto, anche se solo per i momenti trascorsi con loro, dimenticare la pandemia, allontanare dalla nostra mente il pensiero angoscioso di un minaccia aliena e incombente.
Molto semplicemente: con gli animali siamo stati liberi di non parlare della pandemia, di non pensarci, di non fare ne’ ricevere domande. Abbiamo avuto spazi di tregua il cui valore e i cui effetti straordinari non sono ancora stati valutati appieno. E se il beneficio più grande è venuto dal contatto diretto con i nostri animali, quelli con cui condividiamo le giornate e la vita, anche osservarli dalla finestra ha reso possibile momenti di tregua rispetto a tensioni ed angosce insopportabili. Dobbiamo a queste piccole vite il dono inestimabile della normalità all’interno di una situazione del tutto straniante e drammaticamente difficile da sopportare. Nessuno può sapere oggi se veramente, dopo questa esperienza, diventeremo migliori.

10 novembre 2021

CANI ADOTTATI - Ottobre 2021

Jordan, Barbesino adozione speciale dopo tanti anni in rifugio, dolcissima Minnie, Balto, Joy, timida Mila, Flora adozione speciale, Lupin, Jolie, Nala, Kira, bellissima Maya, Kira e DJ adozione di coppia, dolcissima Zoe, vecchiotto Raul, Lupin cane sorridente. Auguriamo ai nostri amici e alle loro nuove famiglie una lunga vita di complicità e affetto!

10 ottobre 2021

CANI ADOTTATI - Settembre 2021

Fifona Kala, timidone Oscar, Spillo, Enea, Carla, Oscar, Zizu`, Siria. Auguriamo ai nostri amici e alle loro nuove famiglie una lunga vita di complicità e affetto!

10 ottobre 2021

GATTI ADOTTATI - Settembre 2021

Cucciolo Ross e cucciola Cecile.
Auguriamo ai nostri amici e alle loro nuove famiglie una lunga vita di complicità e affetto!

06 Novembre 2021

CIOCCOLIAMOLI!

Sabato 13 Novembre dalle 14 alle 17 Rifugio ENPA via Barsanti 19/B Verona

Torna l'evento piu' dolce dell'anno! Vi aspettiamo per cioccolata calda, vin brule, caldarroste, tanti nuovi gadget e una bellissima iniziativa di Naturasi'! Seguiteci ogni giorno...!