Ecco quello che si può fare quando si ritrova un gatto abbandonato o smarrito.
 

  1. Cercare di trattenere il gatto per impedirgli di allontanarsi. Questo dipenderà molto dallo stato in cui si trova, dal luogo, dalla paura e dalle sue abitudini. Se il gatto è docile e si lascia facilmente avvicinare e coccolare è sicuramente un gatto domestico. Accertarsi prima di tutto che non abiti nelle vicinanze e che non sia abituato ad uscire di casa.

  2. Constatare subito ad occhio le sue condizioni di salute e nutrizione. Provare ad offrire cibo ed acqua (non dare latte vaccino, spesso è causa di problemi intestinali, quindi meglio evitarlo). Ormai croccantini e cibo umido per gatti sono venduti anche nelle più piccole botteghe o panifici.

  3. Verificare se il gatto è stato tatuato dall’ULSS20 controllando all’interno dei padiglioni auricolari. Questo è un segno evidente del fatto che il gatto sia di una colonia felina controllata e tutelata, oppure che il gatto era stato precedentemente preso in carico da qualche associazione.

  4. In ogni caso sarebbe utile far visitare il gatto ad un veterinario, per constatarne le condizioni di salute, eventuali malattie istantaneamente diagnosticabili o apportare le prime cure mediche necessarie. Notoriamente i veterinari sono liberi professionisti, quindi l’ammontare della parcella per la visita starà solo al loro buon cuore. E per noi Volontari la situazione non cambia.

  5. Affiggere il prima possibile dei volantini del gatto trovato (ovviamente molto meglio con foto) nella zona di ritrovamento. Se possibile poi diffondere la notizia nei luoghi di maggior passaggio come supermercati, fermate di mezzi pubblici, negozi di articoli per animali, ecc. Diffondere la segnalazione presso gli ambulatori veterinari e tutte le Associazioni Animaliste di Volontariato presenti in zona.

  6. Segnalare il ritrovamento, sempre ovviamente corredato da una foto, ai siti che raccolgono dati sugli animali persi e trovati a livello locale.

  7. Mandare una segnalazione a tutte le associazioni animaliste presenti sul territorio, avendo cura di specificare il proprio nome e cognome, numero di telefono o indirizzo e-mail (in modo da poter essere contattati da chi dovesse riconoscere il micio) e zona dove il gatto è stato ritrovato. Per inviare una segnalazione alla nostra Associazione è possibile compilare il seguente form oppure inviare una mail a verona@enpa.org . Cosa importantissima è avvisare la Sezione appena si ritrovi il proprietario, al fine di poter cancellare la segnalazione.

  8. ENPA Verona può aiutare nel ricercare una sistemazione per il gatto, sia essa un’adozione definitiva o uno stallo. A questo deve però precedere un accurato controllo medico che constati la totale salute del gatto, la negatività a FIV e FELV e ad altre patologie altamente contagiose tra felini e deve risultare effettuata la vaccinazione trivalente.

E.N.P.A. Sez. Verona (Partita I.V.A. 02125341004)  -  Codice Fiscale 5X1000: 80 116 050 586

Codice IBAN: IT14 E030 6911 7141 0000 0009 243 Istituto bancario "INTESA SAN PAOLO S.P.A."

- Piazza Madonna di Campagna, 18   37132 San Michele Extra (VR) - Intestazione: "ENPA Verona"