top of page

LA SALUTE DEL GATTO: LA FELV

Aggiornamento: 5 ago 2023



Cos'è la FELV?

La FeLV o Leucemia Virale Felina, è una malattia infettiva causata da un virus (Retrovirus) che può colpire il sistema immunitario dei felini e provocare immunodepressione. Ciò comporta un abbassamento delle difese immunitarie e degli anticorpi, con conseguente facilità a contrarre infezioni e insorgere malattie, soprattutto se l'animale vive all'aperto.

Si può considerare come una specie di tumore delle cellule del midollo osseo.


Segni e sintomi

I segni e sintomi dell'infezione da virus della leucemia felina sono alquanto vari e comprendono anoressia, cattivo stato del mantello, infezioni della pelle, della vescica e del tratto respiratorio, malattia orale, convulsioni, linfonodi ingrossati, lesioni della pelle, affaticamento, febbre, perdita di peso, stomatite, gengivite, errato uso della cassetta dei bisogni, scarsa igiene, malattie batteriche e virali ricorrenti, anemia, diarrea e ittero.


Quali gatti colpisce?

Il virus colpisce prevalentemente gatti giovani e/o adulti che vivono a stretto contatto con un gatto FeLV positivo, all'aperto o in condizioni di precarietà.


Come si trasmette o contrae?

I gatti infettati da FeLV possono fungere da fonti di infezione. Si passano il virus tra loro attraverso la saliva e lo stretto contatto, mordendosi, usando la stessa lettiera o la stessa ciotola del cibo (occorrenza rara). La trasmissione può avvenire anche da una madre infetta ai suoi cuccioli, prima della nascita o durante l'allattamento.


Quali possibilità di contagio?

La FeLV è una malattia contagiosa che colpisce esclusivamente i felini che hanno contatti stretti e prolungati con soggetti positivi.


Non è trasmissibile né all'uomo né ad altri animali.

 

Aspettative di vita di un gatto FeLV positivo

La FELV è una malattia grave che provoca una mortalità molto alta soprattutto nei cuccioli e gatti entro l'anno di età. Superato l'anno di età, l'aspettativa di vita aumenta.

Una parte dei gatti infetti riesce ad eliminare spontaneamente il virus e diventare immune (portatore sano); altri, purtroppo, NON sviluppano l'immunità e il virus invade così l'organismo, in particolare il midollo osseo, dove si producono le cellule del sangue e quelle responsabili delle difese immunitarie e, a questo punto, si manifesta la malattia.

La positività alla FeLV la si accerta solo attraverso test rapidi eseguibili in ambulatorio veterinario e, bisogna sottolinearlo bene, non è detto che un gatto positivo sia ammalato. Alcuni soggetti rimangono portatori sani per tutta la vita!


ESISTE IL VACCINO: La nota positiva di questa malattia è che in commercio esiste un vaccino che fornisce una buona protezione dall'infezione.

Prima di tutto, è necessario accertare che l’animale non abbia già la malattia e che sia quindi negativo effettuando il test apposito: accertata la negatività è quindi possibile vaccinarlo.

Il vaccino si consiglia a tutti i gatti che hanno la possibilità di uscire all'aperto e/o che vivono con un gatto FeLV positivo.


Cosa si consiglia per un gatto FeLV?

Sterilizzazione, sempre e comunque.

L'animale va tenuto esclusivamente in casa, sia per evitare di trasmettere e/o contrarre il virus, sia per proteggere il gatto stesso da infezioni provenienti dall'ambiente esterno e

garantire visite veterinarie di controllo con cadenza regolare


Cosa fare se si hanno altri gatti?

Se il proprio gatto dovesse risultare positivo alla FeLV, non bisogna allarmarsi e/o peggio ancora abbandonare l'animale (come spesso accade). C'è rimedio a tutto:

- se il gatto è unico, non sussiste alcun problema, continuerà a fare la stessa vita che faceva prima di essere sottoposto al test;

- se si hanno altri gatti, bisogna VACCINARE I GATTI SANI


💙 RICORDIAMOCI CHE...

La positività rende il gatto solamente più debole, non gli cambia la voglia di vivere o di ricevere coccole: lo rende solo più vulnerabile.

L’ideale per lui è un proprietario responsabile, che gli sappia offrire una vita tranquilla, una sana alimentazione e controlli periodici dal veterinario di fiducia in modo da poter intervenire tempestivamente ed evitare l'insorgere di altre malattie. Sono queste le attenzioni che potranno cambiare in meglio l’ aspettativa di vita di un gatto FeLV. 🐱


❗NB: ci teniamo a ribadire ancora una volta che la FeLV si può trasmettere SOLO ed ESCLUSIVAMENTE da un gatto infetto ad uno sano, mai ad altre specie animali (es. cane) e/o all'uomo!

 

Che differenza c'è tra FELV e FIV?

La FIV è un'altra malattia che colpisce i gatti, ne abbiamo parlato in questo articolo. FELV è la leucemia virale felina, mentre FIV è l'immunodeficienza virale felina (corrisponde all'aids umano): per la prima - come abbiamo spiegato in questa pagina - esiste un vaccino, per la seconda no.

Quando si può fare il test per rilevare se un gatto ha la FIV o FELV?

Il test va fatto dal compimento del 6° mese in poi negli ambulatori veterinari.


60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

COLUMBIA

Comments


bottom of page